Archivio per la categoria ‘Armonia e Contrappunto’

“Manuale di Armonia Complementare” – Stefano Cucchi

18 marzo 2014

Ho cominciato a scrivere un manuale di armonia complementare, l’ho intitolato “Manuale complementare di armonia” invertendo l’ordine abituale dei due termini.
E’ una manuale basato sulla osservazione dei fenomeni musicali, quindi adatto più a chi ha già qualche conoscenza di base che ai neofiti.
Non propongo esercizi ma esclusivamente analisi.
L’ho presentato ad alcuni editori e pur a vento due riscontri positivi con ottimi commenti…nessuno è interessato alla pubblicazione.
Però mi scoccia tenere i miei lavori chiusi nel cassetto, magari a qualcuno possono tornare utili.
Metto qui a disposizione ciò che ho scritto – un lavoro in itinere non ancora completato – e aspetto commenti e proposte per nuovi argomenti.
Buona musica.
Stefano.

manuale_armonia_Stefano_Cucchi.pdf

Messiaen: “Trois liturgies pour la presence Divine”

27 settembre 2013

Messiaen: “Trois liturgies pour la presence Divine”.
Mi manca un esame per la laurea magistrale in composizione elettronica: “Storia ed estetica della musica moderna e contemporanea”.
Quest’anno il corso verteva su Messiaen e la sua poetica; per impegni di lavoro non ho potuto seguire il corso con assiduità, oltre agli spunti interessanti che il professore ci ha dato a lezione mi ha incuriosito l’aspetto religioso della produzione di Messiaen, ho quindi deciso di investigare la sua formazione religiosa e le sue letture religiose/teologiche.
Lo spunto mi è stato dato anche da una tesi di laurea che qualcuno al corso mi ha passato insieme ai PDF delle dispense, degli spartiti, dei testi critici:
Messiaen – Lo scandalo della fede – Università di Roma Tor Vergata – Laureando: Giovanni De Merulis – Relatore: Prof.ssa Claudia Colombati.
Pur essendo evidente in modo considerevole il debito del mio lavoro nei confronti di questa tesi rivendico la sua assoluta originalità a l’assoluta mancanza di copia/incolla!
Purtroppo (ma magari non interessa a nessuno) non posso allegare il PDF della partitura delle “Trois liturgies pour la presence Divine” con i miei appunti e le mie analisi; sarebbe un file troppo grande, protteto anche da copyright, ma allego per chi fosse interessato la mia “tesina” di una ventina di pagine, spero vi aiuti ad apprezzare un autore  poco conosciuto e poco compreso.
Eccovi il PDF:
Messiaen

Buona musica.
Stefano.

SINFONIA (invenzione a 3 voci) No.10 in G major, BWV 796

10 agosto 2011

Analisi della SINFONIA No.10 in SOl Maggiore – BWV 796 di J.S.Bach

Così scriveva il sommo Bach sul frontespizio delle “Invenzioni e Sinfonie” (invenzioni a  2 voci e invenzioni a 3 voci):

“Metodo efficace con cui si presenta in forma chiara agli appassionati del clavicembalo e soprattutto a coloro che sono desiderosi di apprendere, non soltanto come si suona correttamente a due voci, ma anche come si può arrivare, man mano che l’allievo progredisce, a far buon uso di tre voci obbligate e ottenere così non soltanto delle buone invenzioni, ma poterle pure bene eseguire e soprattutto acquistare l’arte del cantabile e il gusto della composizione »

Joh. Seb. Bach, Maestro di Cappella di Sua Altezza il Principe di Anhalt-Köthen, Anno Christi 1723.

Continue reading “SINFONIA (invenzione a 3 voci) No.10 in G major, BWV 796” »

Da quanti intervalli è formato un accordo?

10 ottobre 2010

Spesso ci si chiede da quanti intervalli sia formato un accordo; pensiamo ad un accordo di settima di dominante: istintivamente diciamo che è formato da 3 intervalli di 3’ sopra la fondamentale: in particolare una 3’ maggiore, una 5’ giusta e una 7’ minore…ma ciò non è esatto! E’ giusto ma è una risposta parziale; non abbiamo considerato la disposizione degli intervalli tra le varie componenti dell’accordo.
Vediamo l’esempio:

Continue reading “Da quanti intervalli è formato un accordo?” »

Dubois – Contrappunti a 2 parti in 2′ specie

20 luglio 2010

Dal “Trattato di Contrappunto e fuga” del Dubois riporto i suoi esempi di contrappunti a 2 parti in 2′ specie.
Ho notatto che il Dubois si prende certe libertà riguardo a profili dissonanti, relazioni di tritono, salti, arpeggi di accordi, etc…ma i risultati che ottiene sono sempre musicalmente molto validi. Continue reading “Dubois – Contrappunti a 2 parti in 2′ specie” »

Dubois – Contrappunti a 2 parti in 1′ specie

24 giugno 2010

Ho ripreso in mano il “Trattato di contrappunto e fuga” del Dubois: un mattone di 310 pagine scritto nelle 4 chiavi antiche.
E’ un libro molto datato, mi si è rimproverato da qualche lettore l’inutilità di questo tipo di studi; io ribatto che indagare la bellezza nelle sue antiche forme nei suoi antichi canoni ci permette di scoprire una nuova bellezza “moderna”.
Tra mille anni la Venere di Milo, il Duomo di Milano, il K488 di Mozart, i quadri di Giotto, le tragedie di Shakespeare saranno sempre dei capolavori…molta musica moderna forse andrà nel dimenticatoio…
Studiare i rapporti tra le voci, tra le melodie, gli intervalli, le relazioni armoniche e contrappuntistiche è sempre utile, magari non scriveremo mai un mottetto in tutta la nostra vita, ma saper condurre le voci ci sarà utile qualsiasi tipo di musica decidiamo di scrivere!

Continue reading “Dubois – Contrappunti a 2 parti in 1′ specie” »

J.S.Bach – Bwv 895 – Partita n.1 in Si bemolle maggiore – Preludio

6 maggio 2010

Mi sono seduto al pianoforte qualche giorno fa e ho ripreso in mano il libro delle Partite, ho sempre amato la numero 1, sopratutto il preludio e la giga, ho pensato di fare una semplice analisi contrappuntistica con uno spartito “a colori”: i colori indicano le 3 voci, poi ho aggiunto dgli appunti sullo spartito. Continue reading “J.S.Bach – Bwv 895 – Partita n.1 in Si bemolle maggiore – Preludio” »

KV 488 Concerto in la maggiore per pianoforte e orchestra di W.A.Mozart – Analisi 1′ tempo.

5 aprile 2010

Mozart – Concerto per pianoforte e orchestra KV488 in la maggiore.
Data di composizione: 1786 – accademie per la Quaresima.
Terminato a Vienna il 2 marzo ed eseguito dallo stesso autore in qualità di pianista e di direttore d’orchestra.

Organico:
Pianoforte -  flauto – 2 clarinetti – 2 fagotti – 2 corni – archi.
Allegro (4/4, La maggiore)

E ‘ sempre difficile analizzare una forma estesa, si rischia di prendere una forma precostituita (in questo caso la FORMA SONATA) e di incasellarci dentro i vari elementi della composizione, certo il compositore ha in mente una forma e la reinventa secondo la sua sensibilità, le sue idee, il suo genio… Continue reading “KV 488 Concerto in la maggiore per pianoforte e orchestra di W.A.Mozart – Analisi 1′ tempo.” »

CHOPIN – Scherzo in Si bemolle minore op.31

30 marzo 2010

CHOPIN – Scherzo in Si bemolle minore Op.31

Procedimenti armonico/formali

Tutti conoscono i procedimenti armonici riferiti alle microstrutture: cadenze, collegamenti tra gli accordi, movimenti delle singole voci, etc…, meno studiati sono i processi macrostrutturali caratterizzati armonicamente.

Si studiano i più evidenti; facciamo qualche esempio:

  • Il trio del minuetto alla tonalità della sottodominante.
  • Il 2’ tema della sonata “bitematica tripartita” alla tonalità della dominante o dela relativo maggiore.
  • Le esposizioni della fuga ai toni vicini.

Dal romanticismo in poi l’armonia diventa campo specifico di invenzione da parte del compositore. Continue reading “CHOPIN – Scherzo in Si bemolle minore op.31” »

PEDALE di tonica nella “Marcia” dallo Schiaccianoci di Tchaikowsky

8 febbraio 2010

Ascoltando con attenzione lo “SCIACCIANOCI” di Tchaikowsky mi sono accorto che è una miniera di risorse per lo studio del pedale.
Già avevo fatto una analisi approfondita della “Danza araba”, vorrei analizzare tutti i pedali perchè sono degli ottimi esempi per gli studenti di composizione, ma anche per studenti di armonia. Continue reading “PEDALE di tonica nella “Marcia” dallo Schiaccianoci di Tchaikowsky” »

Arichivio