Archivio per ottobre, 2010

Iscrizione al Biennio Specialistico di TECNOLOGIA DEL SUONO al Conservatorio G. Verdi di Milano

27 ottobre 2010

Gaggiano, 27/10/2010: sono nuovamente studente e matricola universitaria!
Mi sono iscritto al Biennio Specialistico di TECNOLOGIA DEL SUONO al Conservatorio G. Verdi di Milano,  stamattina sono stato al dipartimento e ho respirato un po’ di aria…elettronica!
Da quando ho preso il diploma di pianoforte ho sempre fatto musica col PC, lavoro abitualmente con Finale, Cubase e Reason, mi interessa la sintesi sonora e la musica per immagini.
Cercavo anche qualche stimolo per approfondire le mie conoscenze musicali in maniera organica: dopo il diploma ho “smesso” di studiare pianoforte in quanto lavoro sopratutto come tastierista ma ho ripreso gli studi di composizione da autodidatta (essenzialmente contrappunto rigoroso), in questo modo avrò una spinta per studiare seriamente.
Spesso si passa dalle lezioni agli spartiti con gli editori, dalle preproduzioni pop ai concerti di musica popolare; le energie si disperdono in mille rivoli e si rischia di non concludere alcunchè!
Voglio tornare a fare musica ALTA unendo la mia anima tradizionalista con suoni e concezioni moderne; vorrei insomma diventare un compositore classico/elettronico.
Consideriamo anche che ritrovarsi fa un paio di anni con una laurea specialistica non sarebbe male, sopratutto in una materia che potrebbe offrire sbocchi lavorativi.
Stamattina ho conosciuto alcuni compagni di corso sia del biennio che del triennio, parlavano di sistemi operativi e di software di sequencing audio e midi.
Lo studio di musica elettronica del conservatorio di Milano è piuttosto scarno ma si respira una buona aria.
Ho avuto il piacere anche di scambiare 4 chiacchiere col Professor Riccardo Sinigaglia (http://www.riccardosinigaglia.com/), è stato un allievo di Angelo Paccagnini negli anni settanta, è una persona di grandi conoscenze e profonda cultura.
Spero di trarre il massimo da questa nuova esperienza, ho sempre studiato e sostenuto gli esami da privatista; essere iscritto a un conservatorio prestigioso come quello di Milano è una bella sensazione.
Buona musica a tutti.
Stefano.

Da quanti intervalli è formato un accordo?

10 ottobre 2010

Spesso ci si chiede da quanti intervalli sia formato un accordo; pensiamo ad un accordo di settima di dominante: istintivamente diciamo che è formato da 3 intervalli di 3’ sopra la fondamentale: in particolare una 3’ maggiore, una 5’ giusta e una 7’ minore…ma ciò non è esatto! E’ giusto ma è una risposta parziale; non abbiamo considerato la disposizione degli intervalli tra le varie componenti dell’accordo.
Vediamo l’esempio:

Continue reading “Da quanti intervalli è formato un accordo?” »

Arichivio