WHEN THE SAINTS – didattica pianistica – contrappunto

Come si fa a sviluppare in un allievo la sensibilità contrappuntistica?
All’inizio degli studi si trovano quasi sempre melodie semplici alla destra mentre la sinistra ha una funzione subordinata di accompagnamento.
Prima di arrivare alle “Invenzioni a 2 voci” di J.S.Bach, cosa può suonare un allievo di musicalmente piacevole che abbia allo stesso tempo qualche interesse contrappuntistico?
Propongo una mia elaborazione del classico Spiritual “When The Saints”.

when_the_saints.mp3

L’ho trascritto in Mi maggiore.
[non vedo perchè un allievo all'inizio degli studi non debba usare i tasti neri!]
La melodia è alla mano destra, la sinistra non si limita a un semplice accompagnamento; a volte come nelle prime battute riprende l’inciso iniziale, altre volte “accompgna” con una linea melodica aggiuntiva.
Si spera in questo modo che l’allievo cerchi di seguire e fraseggiare anche la mano sinistra.
Da battuta 9 ho fatto una variante della mano sinistra con fondamentale – quinta – ottava dell’accordo, poi a misura 12 segue una frase leggermente diversa.
I finali di battuta 8 e di battuta 17/18 differiscono in quanto ho deciso di far scendere la 7′ al posto di riprendere l’inciso della mano destra.

Se desiderate il PDF dello spartito:
when_the_saints.pdf



Condividi su:
  • PDF
  • Print
  • Add to favorites
  • Facebook
  • Digg
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Ping.fm

Tags: , , ,

Un commento a “WHEN THE SAINTS – didattica pianistica – contrappunto”

  1. Ermira dice:

    io ,suono la chitarra ,e una cosa non posso non dirla . maragi trovasii un maestro come te , semplicemente profondo e dettagliato, complimenti vivissimi sei un grandissimo didatta, se la musica avesse piu ` persone come te .ci sarebbero in giro molti musicisti in piu`.complimenti . e viva i veri maestri come te.

Arichivio